IL VENTO BASTERÀ


Per spazzare via le cose inutili, le parole e gli sguardi furtivi in un giorno qualunque che si fa subito sera. Per annientare le ipocrisie, quelle subdole e sottili come le polveri inquinanti che si ammassano nell'atmosfera in una coltre di neve invisibile.

Basterà il vento per scacciare via i cattivi pensieri, quello che poteva essere e non è stato, le illusioni e le speranze che ti hanno inebriato, ubriacato e deluso al risveglio. Basterà per alzare il bavero e coprirsi dal freddo pungente di un inverno di città, tra le macchine che sfrecciano per andare sempre nello stesso posto che quasi non lo riconosci più.

Il vento basterà per sollevare cumuli di carta, lettere scritte a metà o lasciate in bianco perché le parole sono state trattenute in gola senza mai uscire dal letargo dei pensieri. Basterà per non ascoltare il solito brusio di voci noiose e pettegole che sbraitano come cani randagi e non dicono niente.

Basterà il vento per spazzare via le nuvole, il fumo delle fabbriche, montagne di rifiuti che s’innalzano dietro bellezze velate e ingannevoli. Basterà per ripulirsi nell'anima e immaginare che dalle ceneri possa nascere un altro mondo, quello che sognavi da bambino tutto bello e colorato, da consegnare ai posteri come il più bel dono della tua eredità.

Il vento basterà per le mie membra stanche, che faccio fatica a rialzarmi dopo l’ennesima caduta nell'indifferenza di chi ha alzato lo sguardo ed è andato via.

E se prima di addormentarmi avrò bisogno di una carezza, il vento basterà.

Commenti