UN GIORNO COME UN ALTRO

Cosa c'è in questo giorno uguale a te
che muore all'orizzonte
e al buio si confonde
Alberi che sfiorano le nuvole
e un vecchio contadino
che parla con un bambino
E più in là sentieri che si perdono
laddove c'è l'asfalto
e il cuore tuo distratto

Ma è un giorno come un altro
la vita che si offre a te
in tutto il suo ritratto
e sullo sfondo ancora lei

Volersi ancora bene
e non restare insieme
se è stato un grande amore o no
adesso è già dolore un po’
Ma è un giorno come un altro

Penso a te che ti addormenti insieme a me
la testa sul cuscino
ed io che mi rigiro
Attimi che sono come battiti
che vanno a cento all'ora
sull'autostrada vuota
Svegliati che il tempo può riprenderti
E' come per incanto
finisce questo pianto

Ma è un giorno come un altro
l'amore che finisce qui
e tu che sei già un altro
malgrado ci sia ancora lei

Volersi ancora bene
a volte non conviene
se è stato un grande amore o no
adesso è già dolore un po’
Ma è un giorno come un altro


TRATTO DA “LE PAROLE DEL MIO TEMPO