E L JAMES: CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO



Il romanzo della scrittrice inglese, primo nelle classifiche mondiali, è stato sostenuto da una capillare campagna promozionale che lo ha visto “troneggiare” nelle migliori librerie e persino nei reparti “a debita vista” dei supermercati. C’è da chiedersi se il successo ottenuto (3 milioni di copie vendute nella prima settimana) sia frutto della qualità dell’opera o, piuttosto, di una precisa strategia di marketing tesa a privilegiare il massimo delle tirature a colpi di scandalo.

Vero è che alla diffusione del libro ha contribuito non poco il “passaparola” delle lettrici su Facebook, particolarmente attratte dalle vicende erotiche dei due protagonisti della storia.

Il romanzo è il primo di una trilogia contraddistinta, accanto al titolo “Cinquanta sfumature” dai colori grigio, nero e rosso e c’è da giurarsi che le altre “consorelle” raggiungano lo stesso responso commerciale (come peraltro sta già avvenendo) per la felicità degli editori e dei librai di tutto il mondo.

LA TRAMA: Anastasia è una giovane studentessa, prossima alla laurea, che s’innamora del bellissimo Christian, manager affermato e ultra miliardario. Tra i due inizia una tormentata relazione sentimentale suggellata da una proposta contrattuale (si direbbe “indecente”, parafrasando un famoso film) in cui entrambi, con regole precise e codificate, accettano di sottoporsi a giochi erotici “particolari” assumendo i ruoli, rispettivamente, di “Sottomessa” e di “Dominatore”. Anastasia, pur non firmando la proposta, asseconda l’insolito “patto” fino a quando l’intensità del suo amore verso il ragazzo glielo permetterà …

LO STILE: Come per la maggior parte dei romanzi della letteratura anglo-americana, anche l’opera della James non sfugge ad una impostazione parametrica fondata su una “miriade” di dialoghi, alcuni dei quali inutili e pedanti, quasi a voler allungare oltre misura i contenuti della storia o a creare, alla stregua degli spot pubblicitari, le opportune pause tra una scena erotica e l’altra. I personaggi, anche quelli secondari, appaiono scontati e privi di qualsiasi analisi introspettiva.

L’AUTRICE: E L James, londinese, è all’esordio con questo romanzo che ha triplicato con i seguiti “Cinquanta sfumature di Nero” e “Cinquanta sfumature di Rosso”. Nelle varie interviste ha dichiarato che il suo sogno è sempre stato quello di scrivere “storie di cui i lettori si sarebbero innamorati.” Se sia riuscita nell’intento è un bel punto di domanda.

UN PASSO DEL ROMANZO: “Perché non ti piace essere toccato?”, domando guardando i suoi dolci occhi grigi. “Perché dentro ho cinquanta sfumature di tenebra, Anastasia”.

GIUDIZIO: Il romanzo, pur primo nelle vendite, non convince. Tanto eros che somiglia piuttosto a pornografia di strada. Il passaparola delle lettrici su facebook è un segnale che fa riflettere sulla qualità delle relazioni intime. Forse bisognerebbe far leva sull’educazione sessuale, a cominciare dalle scuole, per fare in modo che una realtà di comportamenti feticisti e violenti, pur attuale e crescente, non prevalga sui buoni sentimenti. L’amore è, come la libertà, un dono prezioso: tutto è lecito fino a che non si comprima la dignità e il rispetto per le persone.