LA FIAMMA DI EMMA


Vincitrice della nona edizione di “Amici” (2009-2010),  Emma Marrone continua la sua scalata al successo con il nuovo album “Schiena”, uscito da pochi giorni e già in testa in tutte le superclassifiche.

Le apparizioni televisive e sui maggiori rotocalchi settimanali dell’artista fiorentina si stanno moltiplicando a iosa, destando molti consensi ma anche critiche e polemiche per la sua personalità fortemente dirompente e divampante, come le fiamme di un “inferno” interiore che la rock-star  forse inconsapevolmente, ha fatto emergere nelle sue ultime performance.

Ad esempio, la partecipazione di Emma nell'attuale edizione del programma della De Filippi, come leader della squadra dei bianchi contrapposta a quella dei blu capitanata da Miguel Bosè, è di per sé dimostrativa della sua tendenza ad imporsi  in maniera “ruspante” e litigiosa, tanto che l’eliminazione di due concorrenti del suo gruppo nella puntata del 20 aprile scorso, pare abbia scatenato un contrasto insanabile con il cantante spagnolo intenzionato a lasciare la trasmissione.

Ma al di là della veridicità o meno del diverbio tra i due direttori artistici (il dubbio è lecito quando si parla di reality show), è ormai una costante associare il nome di Emma Marrone a quello del gossip allo stato puro, pieno di intrighi e di altarini, fomentatore di una costruzione mediatica o mass-mediale della storia del personaggio del momento, in cui si alternano o si mescolano vicende personali e artistiche .

Il fine machiavellico che giustifica i mezzi, pur appartenente ad una vecchia e secolare strategia, è sempre attuale e largamente usato quando si vuole far parlare di sé o farsi notare a tutti i costi.

Questo non vuol dire che non vi possa essere autenticità in ciò che si propone: l’impegno sociale di Emma, attestato dalle sue numerose iniziative di solidarietà a favore dei diritti civili delle donne, è noto a tutti. Come sono note le sue vicissitudini personali che l’hanno vista combattere e sconfiggere un tumore maligno all'utero o soccombere nella storia d’amore con il ballerino Stefano De Martino per mano della più procace e meno problematica Belen Rodriguez.

Può anche darsi che questa osmosi di esperienze personali, turbolenze caratteriali e qualità canore della Marrone abbiano rappresentato l’occasione per un progetto di marketing vincente che altrimenti, poggiandosi unicamente sulla componente professionale di un artista come accadeva fino a qualche tempo fa, non avrebbe prodotto lo stesso risultato.

Al di là delle nuove strategie promozionali, il segreto del successo di Emma è da ascrivere con ogni probabilità all'identificazione del suo personaggio nell'immaginario popolare, come punto di riferimento più facile da emulare che da dissimulare, soprattutto se "coloritoe "romanzato".

Non a caso milioni di fans l’hanno elevata a mito del momento e adesso intonano all'unisono le note del suo ultimo singolo “Amami”, magari con un occhio di riguardo alla sua bianca e (presumibilmente) soffice… schiena! 




Commenti