MIA MADRE


Mia madre ha gli occhi bagnati da un'eternità
e gli anni che sono passati son pieni di semplicità
e chiacchiera con una vicina
la senti cantare canzoni di ieri in cucina

Mia madre che legge i giornali
 con quei suoi ridicoli occhiali
si guarda allo specchio con garbo
con un po’ di tristezza ed affanno
e sta ore intere al telefono
parlando di guai di spese da fare e del male
del suo male…

E vive così in quella sua età
con una distratta vanità
E vive così con quello che ha
ha tanto da dire e non lo sa

Mia madre tra l'alba e il tramonto
è sempre più bella del mondo
Le guance arrossate dal freddo
lo scialle che le copre il mento
cammina con un po’ di fatica
ma dentro di sé è sempre rimasta bambina
una bambina…

E vive così in quella sua età
con una distratta vanità
E vive così con quello che ha
ha tanto da dire e non lo sa ...

Commenti

  1. Di una dolcezza struggente, si possono rivedere tutte le mamme del mondo... mi sono commossa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Blogghidee. Sono contento che la poesia ti sia piaciuta e ti abbia emozionata. A presto.

      Elimina
    2. Grazie Blogghidee. Sono contento che la poesia ti sia piaciuta e ti abbia emozionata. A presto.

      Elimina

Posta un commento

Posta il tuo commento. Sarò lieto di conoscere la tua opinione.