PARTICOLARE

Particolare è questo addio
che si impossessa del mio io
e mi fa stare senza Dio
dolce e affettuoso amore mio
che te ne vai per conto tuo

Particolari le mie mani
che non ti stringono più forte
e che accarezzano la morte
mani d’inchiostro mani ingorde
mani sul corpo tuo una notte

Così
l’aria leggera della via
mi porta verso casa tua
Mi apri e mi chiedi come sto?
Ora che non ti ho
dai parliamo un po’

Non so che farmene di me
guarda nel frigo cosa c’è
mi è andata male sai perché
grazie gradisco un po’ di te
certo è normale so cos'è

Particolari gli occhi tuoi
sono arrossati tu ti annoi
Particolare è la tua voce
sembra un lamento ma mi piace
ora lo ammetti non hai pace

Così
ti offro una sera di follia
noi due abbracciati per la via
e poi magari ancora qua
a ridere che fa?
se amare è tutto qua

(orchestra)

L’aria leggera della via
mi porta verso casa mia
Apro la porta come sto?
Bene ancora no
ma ci proverò