EVANESCENZA

Respira evanescenza davanti alle vetrine
di un bar senza un'insegna di un cielo che non brilla
Coloro la mia notte col mio cammino stanco
e vado su e giù vestito tutto in bianco
Mi fermo in trattoria per un bicchier di vino
la noia già mi assale tracciandomi un destino
Raccolgo poche cose prima di andare a casa
e mi trascino dietro quest'anima sbagliata

Chissà perché io cado giù?
Sempre più giù non vivo più!

Respira evanescenza a sud dell'autostrada
l'amico se n'è andato a farsi una scopata
Lei mi ha telefonato lei mi ha proprio stufato
da solo forse è meglio amarmi a pentimento
E rido di me stesso di questa faccia stronza
di questo buio immenso che sempre mi circonda
E canto un ritornello antico e un po’ stonato
domani già mi aspetta un giorno programmato

Chissà perché io cado giù?
Sempre più giù non vivo più!

Respira evanescenza e sonno non ho più
Le mutandine bianche si sono fatte sante!

E lasseme gridà e lasseme cantà
Mo' vattene a cuccà sto meglio sule cca'!
E lasseme capì nun può essere accussì!
Nun voglio cchiù carè nun te voglio cchiù vedè!

Respira evanescenza al di là della frontiera
e bevo per scordare questa serata nera
E m'è venuta idea di andare a casa sua
ma cosa le dirò adesso è quasi l'una
Amore voglio darti quest'anima e spiegarti
che il mondo mi ha creduto un angelo caduto
Non son pittore ma ritraggo la mia età
con la giusta ironia di chi non ha una via

Chissà perché io cado giù?
Sempre più giù non vivo più

Respira evanescenza e sonno non ho più
Le mutandine bianche si sono fatte sante!

E lasseme gridà e lasseme cantà
Mo' vattene a cuccà sto meglio sule cca'!
E lasseme capì nun può essere accussì!
Nun voglio cchiù carè nun te voglio cchiù vedè!

Respira evanescenza la recita è finita
domani cosa vale se resto qui a pregare
Laggiù c'è chi mi aspetta e fuma una sigaretta
Son pronto per la prova pensiero adesso vola!
Dimentica il mio tempo e tutto il mio passato
dimenticami presto dimentica me stesso
Raccogli poche cose prima di andare a casa
e portati con te quest'anima sbagliata!

EVANESCENZA

Testo e musica 
di
Vittoriano Borrelli

Dall'album "Malinconico digiuno"

Tratto da "Le parole del mio tempo"

Commenti

  1. Muy bello y profundo poema....Eres un hombre con gran talento e inspiración...Gracias por compartir...¡Te mando abracitos con cariño..!!!:)
    María

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Maria. Muchas gracias por tu atenciòn. Buena vida.

      Elimina

Posta un commento

Posta il tuo commento. Sarò lieto di conoscere la tua opinione.

Post più popolari